Cansiglio Day 2019

Domenica 28 luglio 2019
27^ Manifestazione Internazionale Cansiglio Day
11^ Giornata dei Veneti nel Mondo

Programma

DOMENICA 28 LUGLIO 2019
PIAN DEL CANSIGLIO


Ore 10.30
Ritrovo presso il piazzale del rifugio Sant’Osvaldo

Ore 10.45
Sfilata di benvenuto con gonfaloni, autorità e partecipanti, preceduta dalla “Fanfara Alpina di Conegliano”

Ore 11.00
Santa Messa all’aperto celebrata dall’Arcivescovo di Loreto Fabio Dal Cin e concelebrata da Don Canuto Toso, Don Angelo Arman e concelebrata da sacerdoti associativi. Animata musicalmente dalla “Corale dei Laghi” diretta dal Maestro Pierangelo Callesella

Ore 12.00
Saluto delle autorità presenti

Ore 12.30
Consegna onorificenze “Premio Eccellenze Venete”

Ore 13.00
Pranzo comunitario nella tensostruttura allestita presso l’Hangar Cansiglio

Per tutta la manifestazione sarà visitabile presso l’Hangar Cansiglio la mostra fotografica “Fotografie d’emigrazione”

L’EVENTO SI SVOLGERÀ ANCHE IN CASO DI MALTEMPO

Saluto del Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia

Mi considero fortunato di poter annoverare tra i cittadini veneti, tante donne e tanti uomini emigrati lontano dal Veneto, senza dimenticare la loro amata terra d’origine.

Questo sentimento di appartenenza non è mai venuto meno. Si rinsalda ogni anno, in questo luogo, dall’incredibile bellezza naturalistica, il legame che unisce voi e noi in un’unica e grande famiglia.

Non c’è un tempo e una distanza che ci divide e questo lo si può vedere al Cansiglio Day nella Giornata dei Veneti nel Mondo. Una festa che in cui si consolidano le nostre radici e l’identità che ci accomuna e che ci rende un popolo.

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore, e tu sei lontano, lontano da me. Per uno che torna, e ti porta una rosa, mille si sono scordati di te”. Credo che questo non avvenga per i nostri concittadini sparsi nei cinque continenti, perchè continuano a tramandare i nostri valori profondi, la nostra cultura e la nostra lingua alle nuove generazioni.

Sono orgoglioso e riconoscente a queste persone magnifiche che, partiti in un momento storico di povertà e sofferenze, hanno saputo risollevarsi, portando in ogni angolo della terra la loro onestà, la loro laboriosità e la voglia di contribuire alla crescita dei paesi che li hanno accolti e ospitati, traducendosi tutto questo in rispetto e apprezzamento.

Questa Manifestazione Internazionale, giunta alla 27° edizione, diventa, quindi, l’emblema dello spirito veneto, la valorizzazione di un modello che si è tradotto in successi nella vita sociale, economica e politica.

Qui si sublima la storia dei Veneti nel Mondo e quella della nostra Regione. Qui donne e uomini volenterosi che rappresentano le nostre “eccellenze” ricevono le meritate onorificenze per aver tenuta alta la nostra bandiera, che sventola con dignità e fierezza.

Veneti nel Mondo, ben ritrovati a casa. Vi auguro di cuore una buona festa. E, come dice la nostra canzone: “Accendiamo una candela che tutta la terra s’illuminerà”.

dott. Luca Zaia
Presidente della Regione del Veneto

Saluto dell’Assessore regionale Manuela Lanzarin

Anche quest’anno in occasione delle celebrazioni della Giornata dei veneti nel mondo, giunta ormai alla 11° edizione, ci incontriamo in questo bellissimo scenario, del Pian del Cansiglio, per ricordare tutti insieme una parte della nostra storia fatta di milioni di uomini e donne che dal Veneto sono partiti per cercare fortuna ma che oggi sentiamo vicini a noi  attraverso questa celebrazione.

L’emigrazione è stata un elemento fondamentale del nostro passato, ha inciso profondamente sul nostro presente, perché se noi oggi siamo quello che siamo, se il nostro Veneto è diventato una regione forte, con un tessuto economico-produttivo tale da renderla trainante dell’economia, lo dobbiamo anche ai nostri corregionali e alle loro rimesse.

Gli emigrati veneti hanno fatto conoscere i valori, la cultura, le tradizioni della nostra terra e contribuito in maniera fondamentale anche allo sviluppo delle nuove realtà dove hanno trovato ospitalità, senza mai perdere i legami con il territorio che aveva dato loro i natali.

Questa Giornata, a loro dedicata, è una giornata per non dimenticare le difficoltà e i sacrifici che i nostri emigrati hanno dovuto affrontare e che devono costituire un vanto per noi veneti da trasmettere alle nuove generazioni.

Ricordare, capire e apprezzare i valori che la nostra emigrazione ha espresso – e tuttora esprime – è un dovere per tutti noi, ed un impegno che sento di dover perseguire.

Ora l’emigrazione ha un nuovo volto, le distanze non separano più come un tempo, con lo sviluppo della tecnologia il mondo non conosce più confini e la comunicazione avviene in tempo reale.

Non devono essere solo il ricordo e la malinconia, quindi, ad albergare nei nostri cuori quando parliamo di emigrazione, dobbiamo mutare angolo visuale e vedere questa come veicolo di opportunità, occorre far sì che questa nuova emigrazione, spinta non tanto dal bisogno ma dal desiderio di crescere professionalmente, culturalmente ed umanamente divenga veicolo per la costruzione di rapporti e relazioni economiche e commerciali, in ultima analisi per la realizzazione di una rete capace di creare sviluppo.

È con questo ultimo messaggio che desidero salutare tutti coloro che sono qui oggi e i nostri corregionali che vivono fuori dal Veneto, ma che sono comunque sempre con noi, in particolare in questa giornata a loro dedicata.

dott.ssa Manuela Lanzarin
Assessore regional
e ai Veneti nel Mondo

Galleria Evento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Sei un dirigente scolastico o un insegnante?

Scopri il Progetto Scuola AITM e il Protocollo di Amicizia

Progetto Scuola AITM

Cansiglio Trevisani nel MondoBando Servizio Civile Marca Trevigiana